MUSEI E CENTRI VISITA
 
  ''Centro Visita Alevé'' e ''Spazio Escartons''

 

Centro Visita ''Alevé'' - Via Roma n. 38 (ex Ala Comunale) - Casteldelfino (CN)

 Il Bosco dell’Alevè si estende su circa 850 ettari in Val Varaita, tra i comuni di Sampeyre, Casteldelfino e Pontechianale. Si tratta del più grande bosco puro di pino cembro delle Alpi, noto sin dai tempi antichi, quando i Romani, descrivendo il Monviso, lo definivano piniferus Vesulus. Per queste sue caratteristiche uniche e particolari, dal 2000 il Bosco dell’Alevè è inserito nell’elenco dei siti di interesse ambientale della Comunità Europea. Il Parco del Po Cuneese, il cui territorio confina con quello del bosco, in collaborazione con la Regione Piemonte e del Comune di Casteldelfino, ha deciso di valorizzare il Bosco dell’Alevè, allestendo un centro visita nei locali dell’ex ala comunale.  In un ampio spazio è stato ricostruito, in un unico grande diorama in scala naturale, il Bosco dell’Alevè. Il diorama è aperto ed il visitatore ha la sensazione di inoltrarsi realmente nel bosco alla scoperta delle sue meraviglie, tra il fitto dei pini ed i rami che lambiscono il viso, lungo sentieri rilevati dal vero e ricostruiti fedelmente. Tra la vegetazione si scorgono alcune tra le specie animali più significative del bosco, scoiattoli, lepri, cinghiali, e, tra i rami, i passeriformi tipici, picchi, crocieri, cince e soprattutto la nocciolaia, che al bosco deve la sua fortuna. Sullo sfondo una parete rocciosa ospita camosci, fagiani di monte e pernici. In un anfratto spicca uno splendido esemplare di gufo reale. Si giunge così, seguendo il sentiero, all’estremo opposto del diorama, dove un passaggio obbligato, una traccia lievemente in discesa, conduce alla ricostruzione del Lago Bagnour. Il laghetto si apre sulla sinistra, con sullo sfondo il bosco e la montagna. Poco discosto, un capriolo si abbevera. Sulla destra del sentiero una ripida scarpata ospita una colonia di marmotte. Molti altri particolari arricchiscono la ricostruzione cogliendo di sorpresa, per la loro immediatezza, il visitatore. L’ambiente, pur limitato in estensione, coinvolge, grazie ad un sapiente gioco di luci, capaci di evocare la magia dei raggi solari attraverso il bosco.

CENTRO VISITE ALEVÈ: PERIODO APERTURA 2014 :
tutte le domeniche dalla metà di giugno alla metà di settembre : 10.30-12.30 / 14.30-18.30

Tutti gli altri giorni del mese di agosto : 14.30-18.30

Aperture straordinarie durante gli eventi:
"Casteldelfino in fiore" "notte bianca" "Festa Patronale"

CENTRO VISITE ESCARTONS : PERIODO APERTURA 2014 : da definire.

Ingresso gratuito in orario di apertura ordinaria.
Visite guidate ogni 30 minuti.
Per visite extra orario, previo prenotazione presso la sede di Saluzzo con adeguato anticipo:
tel. 0175-46505, e-mail: didattica@parcodelpocn.it
Costi: €. 35,00 a gruppo fino a 25 persone, €. 1,50 a persona per gruppi superiori a 25.

Guarda il filmato


ACCESSIBILE

Spazio Escartos - Via Roma n. 39 - Casteldelfino (CN)

Il Parco del Po Cuneese, nell’ambito del progetto europeo Interreg III A – “Le origini di una identità transfrontaliera: un itinerario turistico alla scoperta della storia di un popolo ”, ha aperto dal 1 giugno 2007, un nuovo Ufficio Turistico a Casteldelfino, dedicato agli “Escartons”.
Il nuovo “Spazio” fa farte di un circuito di punti informativi dedicati ai territori degli Escartons e assume l’importante funzione di centro di documentazione e punto d’incontro fra le Associazioni che si occupano dello studio e della divulgazione della cultura locale. Si propone di far riscoprire il patrimonio culturale degli Escartons attraverso la consultazione, al suo interno, di libri e video-documentari, di fornire informazioni turistiche ed indicazioni sulle attività che si svolgono nell'alta Valle Varaita (Bellino, Pontechianale e Casteldelfino) ma anche negli altri Escartons (Alta Val Susa, Alta Val Chisone, Queyras) e nelle valli limitrofe.
Lo “Spazio Escartons” si trova a Casteldelfino in via Roma, nei pressi della Chiesa Parrocchiale, non distante dal Centro Visita del Parco del Po Cuneese dedicato al vicino Bosco dell’Alevé. E' stato inoltre pubblicato un sito web dedicato all'intero progetto Interreg www.escartons.eu . Per maggiori informazioni è possibile contattare lo “Spazio Escartons” all’indirizzo e-mail casteldelfino@parcodelpocn.it

ORARI DI APERTURA – 2013

dal 4 agosto al 1 settembre
domenica 14.30-18.30

Ingresso gratuito

Guarda le foto

 

 




 
 

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. Sede : via Griselda, 8 12037 Saluzzo (CN) tel.0175/46505 fax.0175/43710 - protocollo@pec.parcomonviso.eu
P.Iva : 02942350048 - C.F. 02345150045
Orario apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30

Web Design - 2006 Leonardo WEB s.r.l. - Sito realizzato con il contributo di cui alla L. 135/2001 - "Valorizzazione Turistica del fiume Po".
Informativa Privacy

Ente di gestione delle Aree Protette del Monviso. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l' utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, nè sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell'utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento